Allergeni

    Video della settimana, allergie alimentari

    15/05/2018

    Un'allergia alimentare si presenta quando le cellule immunitarie dell'organismo reagisono contro una sostanza che non crea rischi per la salute, l'allergene, scambiandola per una sostanza nociva. Circa il 3-4 % dei cittadini Europei ha un'allergia alimentare. Qualsiasi alimento potrebbe provocare una reazione allergica, ma 14 alimenti sono responsabili dell maggior parte delle reazioni allergiche in Europa. Segui il video EUFIC sulla vita di una persona con allergia alimentare.

    Categoria Notizia: 

    Allergie alimentari nei bambini due cause scoperte dalla scienza

    02/05/2018

    Ultimamente sempre più persone soffrono di allergie alimentari, il fenomeno è in aumento in maniera preoccupante in tutto il mondo.

    In Italia i ragazzi e bambini sotto i 18 anni che soffrono di allergie alimentari sono 570 mila:

    Con antibiotici nei primi 6 mesi più rischio di allergie

    12/04/2018

    Dare ai bimbi antibiotici o farmaci antiacido nei primi sei mesi di vita può aumentare il rischio che sviluppino allergie nell'infanzia.

    Omega 3 e probiotici in gravidanza riducono il rischio allergie nel bebè

    07/03/2018

    Analizzate migliaia di donne incinte che hanno assunto supplementazioni di olio di pesce e batteri ‘buoni’: effetti su allergie alle uova (-30%) e dermatite atopica (-22%)

    Bimbi a tavola. Almeno una reazione allergica all’anno è colpa di mamma e papà

    14/02/2018

    Quasi un genitore su due adotterebbe comportamenti rischiosi, come non leggere l'etichetta o non portare auto-iniettori di adrenalina, nella gestione della allergie alimentari dei propri figli. I risultati dello studio sul The Journal of Allergy and Clinical Immunology.

    Etichette alimentari: informazioni ai consumatori sugli alimenti, due comunicazioni della Commissione europea

    17/01/2018

    Nell’ambito dei lavori dedicati agli sviluppi del Regolamento (UE) n. 1169/2011 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo alla fornitura di informazioni sugli alimenti ai consumatori, sono stati elaborate due Comunicazioni di particolare interesse per gli operatori del settore e per gli organi di vigilanza:

    Categoria Notizia: 

    Sette sintomi di chi è allergico al Natale

    22/12/2017

    Polvere e muffe accumulate nei ripostigli contaminano stelle comete, palle colorate e muschio. E provocano crisi allergiche e asma. Ma anche reazioni allergiche dovute a cibi come crostacei, pesce, carni, lenticchie, baccelli ed molti tipi di frutta secca ed esotica.

    Fornitura di informazioni su sostanze o prodotti che provocano allergie o intolleranze

    Comunicazione della commissione, del 13 luglio 2017, riguardante la fornitura di informazioni su sostanze o prodotti che provocano allergie o intolleranze figuranti nell'allegato II del regolamento (UE) n. 1169/2011 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo alla fornitura di informazioni sugli alimenti ai consumatori

    Data di pubblicazione: 
    15/12/2017

    Allergia e intolleranza

    05/10/2017

    Le allergie e le intolleranze agli alimenti cambiano la vita. Nel Regno Unito interessano circa l'8% dei bambini e il 2% degli adulti. Nel 2014 la legislazione su come le informazioni sugli allergeni è fornita al consumatore dagli operatori del settore alimentare è cambiata, per rendere più facile l'acquisto di alimenti o quando si mangia in caso di allergia o intolleranza.

    Categoria Notizia: 

    ISS:Sorveglianza nazionale delle batteriemie da enterobatteri produttori di carbapenemasi. Rapporto 2013-2016.

    22/09/2017

    Per far fronte all’emergenza degli enterobatteri resistenti ai carbapenemi(antibiotici di ultima risorsa per infezioni da batteri multi-resistenti), il Ministero della Salute ha chiesto alle Aziende Sanitarie Locali e/o alle Regioni di segnalare al Ministero della Salute e all’Istituto Superiore di Sanità tutti i casi di batteriemie causate da Klebsiella pneumoniae o Escherichia coli resistenti ai carbapenemi e/o produttori di carbapenemasi (Carbapenemase Producing Enterobacteriaceae, CPE). In questo rapporto sono presentati i risultati della sorveglianza relativi alle notifiche di diagnosi effettuate nel periodo 1° aprile 2013-31 luglio 2016.

    Categoria Notizia: 

    Pagine


    Questa pagina ti è stata utile?

    Perché?

    Abbonamento a RSS - Allergeni