Nuovo rapporto EFSA-ECDC sulle tendenze e le fonti delle zoonosi 2016

Il report compilato dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC) e dall’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) presenta i risultati delle attività di monitoraggio sulle zoonosi svolte nel 2016 in 37 paesi europei (28 paesi membri e 9 non membri). 

Campylobacter, l'agente patogeno di origine alimentare più segnalato negli esseri umani, è stato isolato in 246 307 persone, con un incremento del 6,1% rispetto al 2015. I livelli di Campylobacter nella carne di pollo sono elevati.

La maggiorparte dei paesi membri ha raggiunto il target di riduzione di Salmonella negli avicoli, eccetto cinque paesi membri per le ovaiole. Nella produzione primaria la prevalenza di  SalmonellaEnteritidis, il più diffuso sierotipo di Salmonella, nelle galline ovaiole è aumentata significativamente (dallo 0,7% all’1,21% nello stesso periodo). Come sono aumentati i casi di  S. Enteritidis rilevati nell’UE nell’uomo del 3% dal 2014 per lo più associati al consumo di uova, prodotti a base di uova e carne di pollame.

Le infezioni da Listeria, generalmente più gravi, hanno portato al ricovero nel 97% dei casi segnalati. Nel 2016 la listeriosi ha continuato a salire, con 2 536 casi (un incremento del 9,3%) e 247 decessi segnalati. La maggior parte dei decessi si verifica in persone di età superiore a 64 anni (il tasso di mortalità è del 18,9%). Le persone di età superiore a 84 anni sono particolarmente a rischio (tasso di mortalità del 26,1%). Di rado Listeria ha superato i limiti legali di sicurezza nei cibi pronti.

Data di pubblicazione: 
13/12/2017
Categoria Notizia: 



Questa pagina ti è stata utile?

Perché?