Articoli e rassegna stampa su etichettatura

FSA e DEFRA: Progetto WRAP per i consumatori contro lo spreco alimentare

14/12/2017

Nell'ambito del progetto WRAP delle inglesi Food Standard Agency (FSA) e il Dipartimento per l'ambiente, gli alimenti e gli affari rurali (DEFRA)  sono uscite le Linee guida  sull'etichettatura che hanno come scopo quello di dare informazioni ai consumatori su c

Categoria Notizia: 

Etichettatura: Obbligo indicazione di origine per pasta/grano dal 17 Febbraio 2018

06/12/2017

Il Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali comunica che il Tar del Lazio, ha respinto la richiesta di sospendere il decreto interministeriale che introduce l'obbligo di indicazione d'origine del grano nella pasta. Il Tribunale ha ritenuto "prevalente l'interesse pubblico volto a tutelare l'informazione dei consumatori, considerato anche l'esito delle recenti consultazioni pubbliche circa l'importanza attribuita dai consumatori italiani alla conoscenza del Paese d'origine e/o del luogo di provenienza dell'alimento e dell'ingrediente primario". Il provvedimento firmato entrerà in vigore come previsto il 17 febbraio 2018.

Categoria Notizia: 

Etichettatura: Comunicazione CE sulla dichiarazione della quantità degli ingredienti

05/12/2017

La Commissine Europea ha pubblicato una Comunicazione  sull’applicazione del principio della dichiarazione della quantità degli ingredienti (QUID).

Il regolamento (UE) n. 1169/2011 prevede l’obbligo di indicare la quantità di taluni ingredienti o categorie di ingredienti usati nella fabbricazione o nella preparazione di tutti gli alimenti preimballati .

Categoria Notizia: 

Etichette Alimentari: un questionario per i consumatori

08/11/2017

Quando fai la spesa ti soffermi a leggere l'etichettatura dei prodotti che acquisti?  Sai leggere un'etichetta alimentare?  Conosci la differenza tra Termine Minimo di Conservazione e Data di scadenza?  Ti risulta utile la lettura della tabella nutrizionale? 
Questa indagine promossa da Alimenti & Salute permetterà di avere un quadro più dettagliato su quanto le informazioni in etichetta siano utili a noi consumatori.

Compila il questionario

Categoria Notizia: 

Latte vegetale, quasi tutti fuorilegge: proibiti dalla Ue, dagli Usa ne arrivano di nuovi

06/11/2017

Negli Stati Uniti, patria indiscussa dei novel food, i nuovi alimenti, sta per arrivare sul mercato un nuovo «latte vegetale», quello ai mirtilli selvatici. Un prodotto che sbarcherà pure in Europa e nel giro di un paio d’anni vedremo facilmente sugli scaffali dei nostri supermercati.

Etichetta pomodoro: firmati i decreti per l'obbligo di indicazione dell'origine per conserve, sughi e derivati

24/10/2017

l Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali rende noto che i Ministri Maurizio Martina e Carlo Calenda hanno firmato il decreto interministeriale per introdurre l'obbligo di indicazione dell'origine dei derivati del pomodoro. Il provvedimento introduce la sperimentazione per due anni del sistema di etichettatura, nel solco della norma già in vigore per i prodotti lattiero caseari, per la pasta e per il riso.

Categoria Notizia: 

Differenze di qualità nei prodotti alimentari venduti in paesi diversi: le azioni UE per contrastare le pratiche sleali

23/10/2017

La Commissione ha pubblicato una serie di orientamenti sull'applicazione della normativa dell'Unione europea sui prodotti alimentari e sulla tutela dei consumatori per quanto riguarda le differenze di qualità nei prodotti.

Gli orientamenti aiuteranno le autorità nazionali a stabilire se un'impresa sta infrangendo le norme dell'UE quando vende prodotti alimentari con differenze di qualità in paesi diversi.

Categoria Notizia: 

Italian sounding: interviene l'Autorità Garante per la Concorrenza e il Mercato.

17/10/2017

Pomodori secchi dalla Turchia. Capperi che venivano dal Marocco. Carciofi importati dall’Egitto. Lenticchie del Canada.

MIPAAF: Approvato il decreto per l'obbligo di indicazione dello stabilimento in etichetta

05/10/2017

Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali rende noto che il Consiglio dei Ministri ha approvato questa mattina in via definitiva il decreto legislativo che reintroduce l'obbligo di indicare lo stabilimento di produzione o confezionamento in etichetta. Il provvedimento prevede un periodo transitorio di 180 giorni dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, per lo smaltimento delle etichette già stampate, e fino a esaurimento dei prodotti etichettati prima dell'entrata in vigore del decreto ma già immessi in commercio.

Categoria Notizia: 

Indicazioni errate in etichetta: arrivano sanzioni fino a 150 mila euro. Ma non è un reato.

28/09/2017

Arrivano nuove sanzioni per le informazioni errate in etichetta, ma solo di carattere amministrativo. Insomma scrivere informazioni sbagliate sulle etichette di prodotti alimentare non è un reato, anche se può avere conseguenze sulla salute delle persone.

Categoria Notizia: 

Pagine


Questa pagina ti è stata utile?

Perché?