Articoli e rassegna stampa su etichettatura

Italia è contro l’etichetta nutrizionale a semaforo della Gran Bretagna

23/03/2016

Durante il Consiglio dei ministri dell’Agricoltura dell’Unione europea del 14 marzo, l’Italia ha posto in discussione la questione dell’etichetta a semaforo, adottata a livello volontario dalla Gran Bretagna (contro la quale si sono schierati 15 paesi: Croazia, Belgio, Cipro, Spagna, Grecia, Slovenia, Portogallo, Lussemburgo, Bulgaria, Polonia, Irlanda, Romania, Germania, Slovacchia e Lettonia).

Categoria Notizia: 

Etichetta termo-cromica che garantire sicurezza ai consumatori dei cibi freschi

11/01/2016

E’ stata progettata da un gruppo di ricercatori del dipartimento di Scienza dei Materiali dell’Università di Milano-Bicocca e dell’Imperial College di Londra e si chiama smart tag, l’etichetta intelligente che cambia colore e varia da incolore a blu se la temperatura dell’alimento fresco supera i 4 gradi centigradi. L’etichetta in questo modo segue passo dopo passo il percorso di un alimento (latte, yogurt, formaggi, solo per citarne alcuni) garantendo la sicurezza legata alla corretta temperatura di conservazione dei cibi freschi.

Categoria Notizia: 

Indicazione obbligatoria ingrediente principale negli alimenti, la Commissione in ritardo

20/01/2016

l caso specifico riguarda un tema di sicurezza alimentare, gli interferenti endocrini. Ma la portata del principio stabilito dalla Corte di Giustizia UE, fa riflettere anche su un caso analogo- stavolta di qualità alimentare, e più precisamente, relativo alla indicazione dell’origine dell’ingrediente principale. Indicazione che, in base al regolamento del 2011 sull’Informazione Alimentare ai Consumatori – avrebbe dovuto vedere la presenza di atti di esecuzione, per ora non pervenuti.

Categoria Notizia: 

Indicazioni su etichette di piatti da cuocere

26/01/2016

Circolare agli Assessorati e al NAS sull'etichetta di preparazioni e prodotti a base di carne di pollame, destinati ad essere consumate previa 'adeguata cottura'. L'ha firmata il 15 gennaio il Direttore Generale della Sicurezza Alimentare, Giuseppe Ruocco, in seguito a richieste di chiarimenti sulla gestione di Salmonelle non rilevanti (diverse da S.typhimurium, S. enteritidis e S. Typhimurium varainte monofasica) nella carne fresca di pollame, in stabilimenti diversi dal macello.

Categoria Notizia: 

Indicazioni ministeriali sulle diciture “senza lattosio” e “a ridotto contenuto di lattosio”

25/11/2015

Il 20 luglio 2016 entrerà in vigore il Reg. 609/2013/UE che abrogherà la Direttiva 2009/39/CE sugli alimenti destinati ad una alimentazione particolare. La Direzione generale della sicurezza degli alimenti e della nutrizione ha reso noto che le indicazioni in uso sull’assenza di lattosio o il suo ridotto contenuto negli alimenti delattosati, classificati oggi come alimenti destinati ad una alimentazione particolare, sono destinate a confluire nelle informazioni disciplinate dall’art. 36 del Reg. 1169/2011/UE e che saranno armonizzate nella UE, presumibilmente dopo il 20 luglio 2016.

Categoria Notizia: 

Etichetta formaggi può indicare 'prodotto con latte fresco'

10/12/2015

E' possibile - in base alla normativa europea - indicare sull'etichetta di formaggi e yogurt, ''prodotto con latte fresco''. Lo ha detto all'ANSA, Alexandra Nikolakopoulou, esperta del settore alla Commissione europea, in margine ai lavori del seminario ''Etichettatura d'origine nel settore alimentare, analisi a 360 gradi'', organizzato a Bruxelles.

Categoria Notizia: 

Vino: calorie in etichetta?

04/12/2015

Sul vino non c'è ancora l'obbligo di indicazione delle calorie in etichetta. Ma la Commissione Ue, sia pure con almeno un anno di ritardo rispetto ad altri alimenti normati a dicembre 2014 (con il regolamento europeo 1169/2011), intende dare un'accelerata alla questione, in verità ormai \"ciclica\", del valore nutrizionale da indicare chiaramente al consumatore sulla bottiglia. Dal 2016 questa informazione potrebbe diventare obbligatoria.

Categoria Notizia: 

\"Senza lattosio\": chiarimenti dal Ministero della Salute

07/10/2015

Il Ministero della Salute fa un passo avanti verso la certezza legale. Dopo anni di incertezze, e con una piena responsabilità però nella gestione del rischio (risk management) – e quindi negli aspetti di autorizzazione di prodotti alimentari che potessero essere definiti “senza lattosio” o “a basso contenuto di lattosio”, la Direzione Generale della Sicurezza degli Alimenti e della nutrizione ha pubblicato una nota esplicativa.

Categoria Notizia: 

Metà europei non legge la scadenza degli alimenti

14/10/2015

Eurobarometro, solo 40% capisce significato di 'consumare entro'.

Categoria Notizia: 

Gli italiani e le etichette alimentari

21/10/2015

Cosa ne sanno gli italiani delle etichette ? Una ricerca di mercato realizzata intervistando poco più di mille persone risponde all'interrogativo. Dall’analisi si è visto che la metà dei consuamtori non sa cosa significhi precisamente “Made in Italy\".

Categoria Notizia: 

Pagine


Questa pagina ti è stata utile?

Perché?