Alimenti & Salute

Home -> Notizie

Notizie

In questa sezione sono pubblicate le notizie reperite in rete sulle tematiche correlate agli alimenti e alla salute

Celiachia: fra pazienti sottostimati e diagnosi “fai-da-te”

In Italia, il 70% dei celiaci risulta non diagnosticato e soprattutto non trattato. Se da un lato la celiachia è la malattia più sottostimata, dall’altro ha un altissimo numero di diagnosi sbagliate a causa del “fai-da-te” - risposte cercate su Internet e sui social network - e "mode" secondo cui togliere il glutine dalla dieta fa comunque bene.

Fonte Fonte

E-commerce, Commissione UE propone: stop "geoblocking",

Stop al "geoblocking", consegna transfrontaliera dei pacchi meno costosa e più efficiente e migliore protezione e applicazione delle norme: sono le 3 proposte presentate oggi dalla Commissione UE per consentire a consumatori e imprese di acquistare e vendere online prodotti e servizi in modo ancora più semplice e sicuro in tutta Europa.

Fonte

Stati Uniti, al Congresso la legge per uniformare le etichette di scadenza dei prodotti alimentari

Negli States, come nel resto del mondo ricco, la data di scadenza riportata sulle confezioni è una delle cause che contribuisce maggiormente allo spreco alimentare tra le mura domestiche. Una nuova legge potrebbe risolvere il problema.

Fonte

Controlli sulla etichettatura facoltativa delle carni bovine

Ai fini dell'applicazione delle norme comunitarie relative all'etichettatura delle carni bovine (Regolamento n. 1760/2000), in Italia l'autorità competente è il Mipaaf che, in questa veste, ha pubblicato le disposizioni applicative del DM 16 gennaio 2015 sull'etichettatura facoltativa delle carni bovine.

Fonte

Nuove linee guida e strumenti per combattere lo spreco alimentare

Presentati a Bruxelles i risultati finali di un progetto finanziato dall’UEe comunicare ai responsabili delle politiche che una riduzione significativa dello spreco alimentare potrebbe portare a un’Europa più efficiente in termini di risorse.

Fonte

Stati Uniti. Cambiano le etichette nutrizionali

La Food and Drug Administration ha aggiornato l’etichetta nutrizionale degli alimenti confezionati venduti negli Stati Uniti. Le modifiche riguardano sia il design dell’etichetta, per mettere maggiormente in risalto informazioni fondamentali come le calorie e le porzioni, sia elementi sostanziali come ad esempio l’indicazione degli zuccheri aggiunti. La maggior parte dei produttori dovranno introdurre la nuova etichetta entro il 26 luglio 2018.

Fonte

Efsa: dati recenti sui residui di farmaci veterinari in animali e alimenti

Un rapporto EFSA sintetizza gli esiti del monitoraggio dei dati rilevati nel 2014 - comprese le percentuali di osservanza dei limiti di residui stabiliti dall’UE - per una serie di farmaci veterinari, sostanze non consentite e contaminanti riscontrati in animali e alimenti di origine animale

Fonte

Ministero Salute lancia nuova rilevazione dei consumi alimentari nazionali

A 10 anni dall’ultima indagine sui consumi alimentari nazionali, viene rilanciata la nuova indagine che permetterà di caratterizzare la dieta degli italiani aggiornata ai giorni d’oggi. I dati raccolti saranno presi in considerazione per la stesura delle raccomandazioni nutrizionali e delle linee guida per una sana alimentazione, ma sono importanti anche per calcolare quanto siamo esposti a sostanze dannose attraverso la dieta e, all’impatto che con le nostre abitudini alimentari produciamo sull’ambiente.

Fonte

Rasff settimana n° 20 del 2016

Nella settimana n°20 del 2016 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi (Rasff) sono state 51 (13 quelle inviate dal Ministero della salute italiano). L’elenco dei prodotti distribuiti in Italia oggetto di allerta comprende sei casi: benzopirene e idrocarburi policiclici aromatici in tavolette di cioccolato fondente (62%, 70%) prodotte in Spagna, con materia prima indonesiana; istamina in Filone di tonno obeso congelato dalla Spagna; mercurio in lombi di pesce spada fresco (Xiphias gladius) dalla Spagna; mercurio in fette di verdesca senza pelle e congelata (Prionace glauca) dal Portogallo; solfiti non dichiarati in gamberi dalle zampe bianche in salamoia (Litopenaeus vannamei) dai Paesi Bassi; focolaio di origine alimentare (sindrome sgombroide) causata da tonno scongelato dalla Spagna; formaggio italiano prodotto con latte contaminato con aflatossine. Nella lista delle informative sui prodotti diffusi in Italia che non implicano un intervento urgente troviamo: nuovo ingrediente alimentare non autorizzato (nitrato di creatina) in integratore alimentare dalla Polonia; Salmonella in semi di lino dall’Ucraina destinati a mangime; Salmonella typhimurium in farina di glutine di mais dall’Austria destinata a mangime. Tra i lotti respinti alle frontiere od oggetto di informazione, l’Italia segnala: migrazione di cromo dalle forbici da cucina in acciaio provenienti dalla Cina; migrazione di cromo, nichel e manganese da ampolle in acciaio inox da Hong Kong; conteggio troppo alto di Escherichia coli in due lotti di vongole refrigerate (Chamelea gallina) da Italia; livello di citrinina troppo alto in preparazione a base di riso rosso fermentato dalla Cina; sostanza non autorizzata (E 251 – nitrato di sodio) in bistecche di calamari giganti del Pacifico refrigerate in salamoia (Dosidicus gigas) dalla Spagna; aflatossine in arachidi con guscio dall’Egitto.

Fonte

Archivio notizie

Cerca per categoria