Alimenti & Salute

Home -> Notizie

Notizie

In questa sezione sono pubblicate le notizie reperite in rete sulle tematiche correlate agli alimenti e alla salute

Secondo rapporto EFSA sulle sostanze chimiche negli alimenti

Residui di pesticidi nelle verdure? Contaminanti nell’olio di palma? Tracce di farmaci veterinari nella carne? Questo rapporto mette a disposizione una panoramica dei dati raccolti dagli Stati membri dell'UE e dai portatori di interesse, analizzati dall'EFSA nel 2015 e 2016 allo scopo di tenere sotto controllo e valutare i livelli di sostanze chimiche negli alimenti.

Fonte Fonte Fonte

Richiamo di prodotti non conformi –comunicazione dal Ministero della Salute

Con un proprio documento, il Ministero della Salute ha evidenziato le modalità comunicative per accompagnare il richiamo (recall) di prodotti alimentari atti a costituire un rischio per la salute umana, nonché le procedure di ritiro.

Fonte

Ristorazione scolastica tra sfide e opportunità: il caso di Bologna

Lo dice anche l’Organizzazione mondiale della sanità: il pasto a scuola è un momento strategico per la trasmissione dei princìpi di una sana alimentazione, per la prevenzione di malattie importanti collegate, a lungo andare, a sovrappeso e obesità. Indirettamente lo confermano i dati di Okkio alla salute, un sistema di sorveglianza su sovrappeso e obesità dei bambini italiani di Ministero della salute e Istituto superiore di sanità. “Il confronto della distribuzione geografica di queste condizioni e delle scuole dotate di mensa parla chiaro”, ha sottolineato Emilia Guberti, direttrice dell’Unità di igiene, alimenti e nutrizione dell’Usl di Bologna in un intervento all’ultimo congresso della Società italiana di igiene e medicina preventiva, lo scorso novembre.

Fonte

CDC: Parassita asiatico nel salmone selvaggio proveniente dal Nord America

Uno studio pubblicato dal Centro Americano per il controllo e prevenzione delle malattie (CDC) dichiara che il salmone selvaggio catturato in Alaska e lungo le coste del Pacifico del Nord America potrebbe essere infetto dal parassita giapponese (Diphyllobothrium nihonkaiense), una volta isolato solo da pesce proveniente dall'Asia. Il rischio di infezione è maggiore quando si consuma pesce crudo o poco cotto, specialmente in piatti come sushi e sashimi soprattutto se non precedentemente sottoposti a congelamento secondo la legislazione vigente in Italia.

Fonte

Indicazioni nutrizionali e di salute, il testo del decreto sanzioni

Le Conferenze Regioni e Stato Regioni hanno dato parere favorevole sullo schema di decreto nazionale che sanziona le violazioni delle norme europee sulle indicazioni nutrizionali e di salute fornite sui prodotti alimentari. Il via libera, ufficializzato il 24 novembre 2016, è però condizionato all'accoglimento di un emendamento teso a definire meglio la competenza delle diverse autorità interessate dal provvedimento.

Fonte

Insalata di quarta gamma, maggiori rischi microbiologici

Uno studio pubblicato dal Dr Primrose Freestone, dell' Università di Leicester ha evidenziato come i batteri presenti naturalmente sulle foglie di insalata crescano più velocemente quando si apre la bustae anche durante la conmservazione in frigo. Inoltre, lo studio suggersice che la conservazione in frigo di questa insalata di quarta gamma potrebbe aumentare il rischio di Salmonella, poiché i liquidi provenienti dalle foglie tagliate durante la raccolta, anche in quantità esigua, possono favorire la crescita dei batteri con conseguenti problemi di salute pubblica in caso si tratti di patogeni per l'uomo. Pertanto i ricercatori indirizzano verso il consumo di prodotti integri e non tagliati come ad esempio l'insalata di quarta gamma.

Fonte

USDA pubblica on line numerosi dati sull’industria della carne

USDA-FSIS, United States Department of Agriculture -Food Safety and Inspection Service, comincerà presto a condividere online dati relativi a macelli ed altri impianti di trasformazione della carne. Il sito dove trovare i dati è Data.gov. Per rendere pubblici questi dati la agenzia ha redatto l’Establishment-Specific Data Release Plan. I dati saranno pubblicati sul sito ogni tre mesi. Inizialmente FSIS condividerà le informazioni sui processi usati dal singolo stabilimento pubblicando codice stabilimento, i risultati dei controlli per Listeria monocytogenes e Salmonella nei prodotti a base carne e/o uova pronti per il consumo. Si aggiungeranno poi i dati sulla tossina Shiga prodotta da un E. coli tossinogeno, i dati sulla Salmonella sulle carni bovine non processate, i dati su Salmonella e Campylobacter nel pollame, le analisi chimiche di routine e dati sul recupero delle carni.

Fonte

La messa in vendita di prodotti scaduti di validità, integra il delitto di vendita di sostanze alimentari non genuine come genuine solo se sia concretamente dimostrato che la merce abbia perso le sue qualità specifiche, non essendo in tal senso sufficiente il superamento della data di scadenza

Nel caso di specie, due persone avevano acquistato due pacchetti di patatine la cui data di validità era scaduta, e che, a detta loro, avevano perduto le loro “qualità specifiche” (ovvero freschezza e fragranza). Poiché nel corso del procedimento tale perdita di qualità specifica non era stata dimostrata, la Corte di Cassazione ha respinto la domanda dei consumatori, richiamando i numerosi precedenti in tal senso, tra i quali la Sentenza n.28 del 25.10.2000 delle Sezioni Unite della stessa Suprema Corte.

Fonte

Rasff settimana n°2 del 2017

Nella settimana n°2 del 2017 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi (Rasff) sono state 54 (6 quelle inviate dal Ministero della salute italiano). L’elenco dei prodotti distribuiti in Italia oggetto di allerta comprende due casi: presenza di frammenti di metallo in caramelle senza zucchero dalla Cina; livello di residui di medicinali veterinari (Sulfadimethoxine) al di sopra dei limiti in salsicce di maiale provenienti da Italia. Nella lista delle informative sui prodotti diffusi in Italia che non implicano un intervento urgente troviamo: presenza di Salmonella in cotenna di maiale dalla Spagna; certificato sanitario improprio per cefalo congelato (Mugil Platanus / Mugil Liza) dal Brasile. Tra i lotti respinti alle frontiere od oggetto di informazione, l’Italia segnala migrazione di manganese e livello di migrazione globale troppo elevato da teglie antiaderenti cinesi; sostanza non autorizzata (acefate) in verdure (okra) dall’India; norovirus in ostriche vive dall’Irlanda. Questa settimana tra le esportazioni italiane in altri Paesi che sono state ritirate dal mercato l’Ungheria segnala Listeria monocytogenes in salmone affumicato refrigerato.

Fonte

Rasff settimana n° 1 del 2017

Nella settimana n°1 del 2017 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi (Rasff) sono state 46 (9 quelle inviate dal Ministero della salute italiano). L’elenco dei prodotti distribuiti in Italia oggetto di allerta comprende quattro casi: contenuto di iodio troppo alto in alghe essiccate dalla Corea del Sud; norovirus in ostriche, cozze e altri bivalvi provenienti dalla Francia; Salmonella in salsa di noci proveniente dall’Italia; possibile presenza di istamina in pasta di acciughe proveniente dall’Italia, con materie prime del Marocco. Nella lista delle informative sui prodotti diffusi in Italia che non implicano un intervento urgente troviamo: presenza di insetti morti (3 larve), l’esoscheletro di un coleottero e di escrementi di insetti in datteri secchi dalla Tunisia; mercurio in pesce spada scongelato dalla Spagna; Salmonella in farine animali destinate ad alimenti per animali domestici dalla Polonia. Tra i lotti respinti alle frontiere od oggetto di informazione, l’Italia segnala aflatossine (B1) in arachidi in guscio dall’Egitto; aflatossine (B1) in arachidi ricoperte aromatizzati provenienti dall’Egitto; aflatossine (B1) in mandorle con guscio dagli Stati Uniti; Salmonella in gamberetti surgelati dal Vietnam. Questa settimana tra le esportazioni italiane in altri Paesi che sono state ritirate dal mercato la stessa Italia segnala le due allerta già citate sopra riguardo la salsa di noci e la pasta di acciughe.

Fonte

Archivio notizie

Cerca per categoria



Questa pagina ti è stata utile?

SiAbbastanzaPocoNo

Perchè?