Alimenti & Salute

Home -> Notizie

Notizie

In questa sezione sono pubblicate le notizie reperite in rete sulle tematiche correlate agli alimenti e alla salute

EFSA: microplastiche e nanoplastiche negli alimenti, in particolare frutti di mare.

Esiste un interesse globale per l'impatto dei rifiuti di plastica presenti nei mari e nei corsi d'acqua sugli habitat naturali e sulla fauna selvatica. L'EFSA ha compiuto un primo passo verso una futura valutazione dei potenziali rischi per i consumatori derivanti dalla presenza di microplastiche e nanoplastiche negli alimenti, in particolare nei frutti di mare.

Fonte

Commissione del Codex Alimentarius: aggiornamenti

Sono state approvate le linee guida per il controllo della salmonella nelle carni bovine e di maiale, gli orientamenti in materia d’igiene alimentare per controllare i parassiti negli alimenti, i valori nutritivi di riferimento per le linee guida in materia di etichettatura nutrizionale, nuovi standard sull'uso sicuro degli additivi alimentari, il livello massimo di arsenico inorganico nel riso semigreggio, il livello massimo di residui di antiparassitari nei prodotti alimentari e la futura revisione del Codex dei principi generali di igiene alimentare.

Fonte

Emilia Romagna: combattere la povertà e lo spreco alimentare, un marchio "etico" per le aziende che donano

Costruire una filiera di contrasto alla povertà in tutte le sue forme, creare un coordinamento tra gli Empori solidali regionali, impostare un sistema di garanzia e trasparenza sull'utilizzo della merce raccolta, istituendo un logo regionale “di affidabilità” dell'Emporio. Sono questi gli impegni che la Regione Emilia-Romagna ha assunto per contrastare la povertà alimentare che, solo in Italia, coinvolge oltre 5 milioni di persone, di cui 1,3 milioni di minori.

Fonte

Olio: pubblicato il decreto sulle sanzioni

Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali comunica che è stato pubblicato in Gazzetta ufficiale il decreto 103/2016, in vigore dal 1° luglio 2016, recante le sanzioni sull'olio d'oliva. L'art. 4 comma 1 prevede la sanzionabilità per i produttori che riportano "segni, figure o illustrazioni che possono evocare un'origine geografica diversa da quella indicata in etichetta, anche se veritieri." Si tratta di una norma di grande rilevanza perché per la prima volta viene sanzionato il fenomeno del cosiddetto "Country sounding" (nel caso di evocazione italiana dell'italian sounding) per il solo fatto che vi siano sulla confezione dei segni richiamanti un'origine geografica diversa da quella correttamente indicata in etichetta.

Fonte

Emilia Romagna: indicazioni operative per l'interpretazione dei risultati analitici dell'Aflatossina M1 nel latte

La nota dettaglia i requisiti essenziali che devono essere rispettati da parte dei laboratori per tutte le analisi dell’aflatossina M1 nel latte, comprese quelle in autocontrollo; fornisce inoltre chiarimenti sulle metodiche analitiche che possono essere di screening (con risultato conforme o non conforme) e di conferma (con correzione per il recupero).

Fonte

Controlli ufficiali, in Europa stretta su frodi, avanti su trasparenza e razionalizzazione

In base alla bozza filtrata sui controlli ufficiali, in Europa le frodi- sebbene non sarà possibile sanzionarle con il doppio del guadagno atteso- come inizialmente proposto dal Parlamento UE- dovranno essere fortemente dissuasive. Per i controlli veterinari una ulteriore novità riguarda la necessità o meno di impegnare medici veterinari in fase di controlli al macello- e non personale tecnico- in ragione dei diversi costi. SI è infine optato per lasciare le ispezioni ante-mortem a personale veterinario, che può essere aiutato da personale tecnico per la selezione dei capi. Per contro le ispezioni post-mortem potranno essere svolti dagli ausiliari, previsto che siano poste sufficienti garanzie a responsabilità del veterinario. Il testo è ancora soggetto a voto finale del Parlamento europeo e ad una adozione formale dal Consiglio UE.

Fonte

Mercati rionali, etichette alimentari: le leggi ci sono ma non vengono applicate

Nei mercati rionali al consumatore non è dato sapere da dove proviene il cibo che sta acquistando. Tanto meno il metodo di produzione del pesce o la categoria della frutta e verdura.

Fonte

Identificato il meccanismo che determina il rischio di celiachia

Uno studio del Consiglio nazionale delle ricerche (Igb-Cnr e Ibp-Cnr) ha analizzato la risposta immunitaria al glutine in relazione al rischio genetico: conta non solo il numero dei geni HLA coinvolti ma anche la quantità di molecole di RNA da essi prodotta.

Fonte

Rasff settimana n°25 del 2016

Nella settimana n°25 del 2016 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi (Rasff) sono state 64 (11 quelle inviate dal Ministero della salute italiano). L’elenco dei prodotti distribuiti in Italia oggetto di allerta comprende sette casi: pietre in nocciole tritate, elaborate in Austria, con materie prime provenienti dalla Georgia attraverso la Germania; presenza di ocratossina A in fette biscottate dalla Germania; alto contenuto di cianuro in semi di albicocca dolce provenienti dal Pakistan attraverso gli Stati Uniti; istamina in filetti di sgombro in olio di oliva dal Portogallo; Listeria monocytogenes in stufato di manzo refrigerato monferrino dall’Italia (distribuito anche in Francia e Monaco); mercurio in squalo mako congelato dalla Spagna; Listeria monocytogenes in filetto di salmone affumicato, affettato e refrigerato dalla Lituania, via Belgio. Nella lista delle informative sui prodotti diffusi in Italia che non implicano un intervento urgente troviamo: eccesso di Escherichia coli in mitili refrigerati dalla Francia; Listeria monocytogenes in tagli congelati di salmone affumicato dai Paesi Bassi; migrazione di cromo da oliera in acciaio inox da Hong Kong. Tra i lotti respinti alle frontiere od oggetto di informazione, l’Italia segnala: Salmonella in semi di sesamo dal Venezuela; aflatossine in pistacchi sgusciati dalla Turchia; migrazione di nichel da frullatore in acciaio dalla Cina; contenuto di solfiti troppo alto in uvetta dal Cile; aflatossine in arachidi secche provenienti dalla Cina. Questa settimana tra le esportazioni italiane in altri Paesi che sono state ritirate dal mercato, la Slovenia segnala la presenza non dichiarata in etichetta di proteine del latte in cioccolato.

Fonte

Archivio notizie

Cerca per categoria