Alimenti & Salute

Home -> Notizie

Notizie

In questa sezione sono pubblicate le notizie reperite in rete sulle tematiche correlate agli alimenti e alla salute

L'EFSA conferma che i livelli di nitriti e nitrati aggiunti agli alimenti sono sicuri

Gli attuali livelli di sicurezza per nitriti e nitrati aggiunti alla carne e altri alimenti tutelano a sufficienza i consumatori, conclude l'EFSA dopo averne riesaminato la sicurezza. L'esposizione dei consumatori ai nitriti e nitrati come additivi alimentari rientra nei livelli di sicurezza per tutte le fasce della popolazione, fatta eccezione per un lieve superamento nei bambini la cui dieta sia basata su un’elevata quantità di alimenti contenenti tali additivi.

Fonte Fonte

Sindrome emolitica uremica: cos’è e quanti casi vengono segnalati ogni anno

Nella sua forma tipica (circa l’85% dei casi), la SEU si manifesta come una complicanza di un’infezione intestinale batterica, sostenuta da ceppi di Escherichia coli (STEC) produttori di una potente tossina detta vero-citotossina (VT) o Shiga-tossina (Stx), trasmessa principalmente per via alimentare ma che può anche essere veicolata per contatto con animali infetti o ambiente contaminato o per trasmissione interumana attraverso il circuito oro-fecale.

Fonte Fonte

In frigo con le chele legate, la Cassazione condanna

Il Tribunale di Firenze l'aveva già condannato nel 2014 e ora la Cassazione- con la sentenza depositata il 16 giugno scorso- conferma la condanna: ammenda di 5 mila euro e risarcimento alla parte civile LAV per avere violato il comma 2 dell'articolo 727 del Codice Penale. Infatti, "in attesa che venissero cucinati", il direttore aveva "detenuto alcuni crostacei vivi in cella frigorifera e con le chele legate, pertanto in condizioni incompatibili con la loro natura e produttive di gravi sofferenze".

Fonte

EFSA: consultazione pubblica per linee guida per la caratterizzazione dei microrganismi usati come additivi per mangimi o nella manifattura di sostanze e/o prodotti a uso mangimistico

L'EFSA ha indetto una consultazione pubblica sulla versione preliminare di un documento guida per la caratterizzazione dei microrganismi usati come additivi per mangimi o nella manifattura (fermentazione) di sostanze e/o prodotti a uso mangimistico. La bozza di linee guida contempla tutti i requisiti per la valutazione della sicurezza degli additivi per mangimi contenenti microrganismi o ottenuti da essi. Quest'ultimo gruppo include i microrganismi geneticamente modificati.

Fonte

Notiziario epidemiologico internazionale maggio 2017

Il documento contiene un elenco dei focolai delle malattie infettive degli animali notificate in Europa e notizie di epidemiologia internazionale di particolare interesse.

Fonte

Rasff settimana n° 23 del 2017

Nella settimana n°23 del 2017 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi (Rasff) sono state 91 (15 quelle inviate dal Ministero della salute italiano). L’elenco dei prodotti distribuiti in Italia oggetto di allerta comprende sei casi: additivo alimentare non autorizzato E265 (dehydroacetic acid) in rivestimento esterno per formaggi proveniente dalla Spagna; cadmio in calamaro indiano (Loligo duvauceli) intero, lavato e congelato dall’India, via Portogallo; istamina in filetti di tonno pinna gialla congelati e confezionati sottovuoto, dalla Spagna; istamina in fette di tonno pinna gialla (Thunnus albacares) confezionate sottovuoto e scongelate, dall’Italia; mercurio in fette di pesce spada congelate, dal Portogallo; presenza di tossina di Shiga, prodotta dal gruppo Escherichia coli, in filetti di manzo congelato sottovuoto proveniente dall’Argentina, confezionato nei Paesi Bassi. Nella lista delle informative sui prodotti diffusi in Italia che non implicano un intervento urgente troviamo: sospetta presenza di tossina di Shiga, prodotta dal gruppo Escherichia coli, in formaggio vaccino refrigerato, dalla Romania; contenuto di solfiti troppo alto in gamberi rosa (Parapenaeus longirostris) congelati, dalla Grecia; infestazione parassitaria da Anisakis (larve vive) in nasello refrigerato (Merluccius merluccius) proveniente dalla Spagna; istamina in filetti di tonno pinna gialla, scongelati e confezionati sottovuoto, dalla Spagna; focolaio alimentare causato da istamina causato da filetti di tonno pinna gialla (Thunnus albacares) scongelati, provenienti dall’Italia; Norovirus in ostriche vive (Crassostrea gigas), dalla Francia; contenuto di solfiti troppo alto in code di mazzancolla tropicale (Penaeus vannamei) dall’Ecuador. Additivo alimentare non autorizzato E265 (dehydroacetic acid) in rivestimento esterno per formaggi proveniente dalla Spagna Tra i lotti respinti alle frontiere od oggetto di informazione, l’Italia segnala contenuto di solfiti troppo alto in gamberi cotti dalla Spagna; operatore non autorizzato e cattivo stato igienico di chicchi di caffè tostati e macinato, in capsule o sfuso dall’Italia (distribuito in Iran e Lituania); migrazione di cromo da forbici cinesi; livello di migrazione globale troppo elevato da pentole in acciaio inossidabile dalla Cina. Questa settimana tra le esportazioni italiane in altri Paesi che sono state ritirate dal mercato, l’Estonia segnala residui di una sostanza non autorizzata (dithiocarbamates) in kiwi; la Francia segnala imballaggi difettosi (cattiva tenuta del tubo) per salsa ketchup; la Grecia segnala presenza di DNA ruminante in mangime per trote.

Fonte

Archivio notizie

Cerca per categoria



Questa pagina ti è stata utile?

SiAbbastanzaPocoNo

Perchè?