Benessere animale

 

Il Trattato di Lisbona del 2009 ha introdotto il riconoscimento del concetto che gli animali sono esseri senzienti, pertanto il loro benessere comprende non solo quello fisico  ma anche quello mentale. L'articolo 13  del Trattato cita:

'Nella formulazione e nell’attuazione delle politiche dell'Unione nei settori dell’agricoltura, della pesca, dei trasporti, del mercato interno, della ricerca e sviluppo tecnologico e dello spazio, l'Unione e gli Stati membri tengono pienamente conto delle esigenze in materia di benessere degli animali in quanto esseri senzienti, rispettando nel contempo le disposizioni legislative o amministrative e le consuetudini degli Stati membri per quanto riguarda, in particolare, i riti religiosi, le tradizioni culturali e il patrimonio regionale'.

Una Direttiva orizzontale include aspetti di benessere degli animali allevati. Aspetti specifici sono coperti dalla legislazione Europea sul trasporto e la macellazione. Direttive verticali sono applicate per la protezione di vitelli, suini, galline ovaiole e polli da carne. Le direttive Europee sull'allevamento biologico prevedono standard elevati di benessere animale per bovini, avicoli e suini.


Questa pagina ti è stata utile?

Perché?

Abbonamento a RSS - Benessere animale