Contaminanti del cibo

    L'FDA continua ad occuparsi di Bisfenolo A

    01/01/2012

    L'Agenzia per la sicurezza alimentare statunitense conferma che la quantità di Bisfenolo A ingerita dall'organismo attraverso gli alimenti viene rapidamente metabolizzata ed eliminata (anche nei bambini) e che pertanto non rappresenta un pericolo per la salute. In ogni caso, a fine precauzionale, l'industria sta cercando alternative al Bisfenolo A, soprattutto nei prodotti destinati alla prima infanzia. Anche in questo caso le alternative non sono sempre sicure, emergono \"nuovi\" problemi di rilascio di sostanze tossiche, come dimostra un recente studio dell'Istituto Superiore di Sanità.

    Categoria Notizia: 

    Il pangasio promosso da Altroconsumo: non contiene arsenico

    01/01/2012

    Da un controllo condotto dalla rivista Altroconsumo su oltre 100 campioni di pesce e frutti di mare (30 campioni di spigole e orate di allevamento, 23 partite di merluzzi, alici, sgombri catturati in mare, 12 campioni di pangasio e 36 confezioni di cozze e vongole) solo il pangasio è risultato senza arsenico organico. Negli altri casi la presenza è comunque quasi sempre sotto i livelli di pericolosità.

    Categoria Notizia: 

    Monitoraggio più stringente per la diossina nei mangimi, il regolamento

    01/01/2012

    Il 15 marzo scorso è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il regolamento 225/2012 che modifica in parte il reg. 183/2005, sull'igiene dei mangimi per animali. Le nuove disposizioni focalizzano l'attenzione sugli oli e i grassi utilizzati come ingredienti e sulle contaminazioni da diossina.

    Categoria Notizia: 

    Carbendazim in succo d'arancia

    01/01/2012

    La FDA statunitense sta indagando sulla presenza di carbendazim, un principio attivo ad azione fungicida, in succhi di frutta prodotti con arance importate dal Brasile. L'utilizzo di tale fitofarmaco, applicato in campo sulle piante di arance, è approvato in Brasile ma non negli Stati Uniti nè in Europa. In base ad una preliminare valutazione del rischio sembra che il consumo di succo d'arancia con una bassa concentrazione di carbendazim non crei problemi per la salute dei consumatori.

    Categoria Notizia: 

    Biberon di plastica : le cessioni sono troppe, occorre rivedere valutazione rischio

    01/01/2012

    I ricercatori del centro di ricerca europeo JRC (European Commission Joint Research Centre) hanno realizzato uno studio approfondito per valutare il livello di migrazione dei materiali impiegati nei biberon.Sono stati monitorati 450 biberon ottenuti con differenti tipi di plastica acquistati in vari Stati europei, nella lista troviamo bottiglie in polietersulfone, poliammide, polipropilene, silicone e anche in policarbonato che all’inizio del lavoro non era ancora vietato.

    Categoria Notizia: 

    Residui di sostanze chimiche negli alimenti di origine animale - anno 2010

    01/01/2012

    La presenza di residui di sostanze chimiche (farmaci, ormoni, metalli pesanti, diossina, ecc.) negli alimenti di origine animale è una delle maggiori preoccupazione dei consumatori. Si tratta di un problema ben presente alle Autorità Sanitarie comunitarie e nazionali e per tale motivo ogni anno i singoli Stati dell’UE debbono svolgere un piano per la ricerca di residui di sostanze chimiche in tutti gli alimenti di origine animale (carne, latte, uova e miele) su un numero di campioni che viene definito di anno in anno.

    Categoria Notizia: 

    Diossine nel latte di pecora in Sardegna

    01/01/2012

    Uno studio effettuato in Sardegna ha determinato la concentrazione dei composti correlati alla diossina, ovvero dibenzo-p-diossine, dibenzofurani e bifenili policlorurati (PCDD, PCDF e PCB), inclusi 12 PCB diossina-simili (non- e mono-orto PCB), in 80 campioni di latte di pecora provenienti da allevamenti localizzati in un’area industrializzata della regione.

    Categoria Notizia: 

    Metodi di validazione per la ricerca di residui di pesticidi in alimenti e mangimi

    01/01/2012

    La Commissione UE pubblica linee guida rivolte ai laboratori coinvolti nei controlli per la ricerca di residui di pesticidi negli alimenti e nei mangimi.Il documento è complementare e integra i requisiti fissati dalla norma ISO/IEC 17025.

    Categoria Notizia: 

    Pagine


    Questa pagina ti è stata utile?

    Perché?

    Abbonamento a RSS - Contaminanti del cibo