Contaminanti del cibo

    I rischi reali del pesce al mercurio.

    19/03/2014

    Il problema del mercurio nel pesce solleva molte perplessità tra i consumatori, soprattutto quando alcune trasmissioni televisive come alcuni servizi del programma Le Iene , descrivono la questione in modo allarmistico. In questa intervista a Maurizio Ferri, medico veterinario e membro del Consiglio Direttivo SIMeVeP (società italiana di medicina veterinaria preventiva) tutte le risposte alle domande dei consumatori.

    Categoria Notizia: 

    Ordine biologi, disastro \"Terra dei fuochi\" evitabile con controlli Haccp

    27/11/2013

    L'autocontrollo nel settore agroalimentare (Haccp) finalizzato alla tutela igienico sanitaria degli alimenti, attraverso un appropriato controllo di tutta la filiera \"avrebbe potuto evidenziare repentinamente le contaminazioni e, quindi, portare allo stop delle produzioni e impedire l'aumento del tasso di mortalità legato a patologie tumorali nella Terra dei fuochi\". Lo spiega Luciano Atzori, consigliere segretario dell'Ordine nazionale dei biologi (Onb) e referente della commissione igiene sicurezza e qualità degli alimenti.

    Categoria Notizia: 

    Piano nazionale residui: i controlli nei prodotti origine animale

    27/11/2013

    Il Piano Nazionale per la ricerca dei residui (PNR) è un piano di sorveglianza del processo di allevamento degli animali e di prima trasformazione dei prodotti di origine animale. Vengono monitorate le sostanze e i loro residui che potrebbero costituire un pericolo per la salute pubblica. Nel 2012 sono stati analizzati 40.614 campioni. L’attività è risultata superiore del 48,9% rispetto al numero minimo di campioni da analizzare definito dalle norme europee (34.233) e del 18,7% rispetto alla programmazione predisposta dallo stesso Ministero (40.614).

    Categoria Notizia: 

    Efsa: nuovo sistema per valutazione tossicità pesticidi

    15/07/2013

    L’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) ha elaborato un nuovo approccio per il raggruppamento dei pesticidi che apre la strada all’attuazione della valutazione del rischio cumulativo, una tecnica sofisticata per determinare il rischio causato dall’esposizione ai residui di diversi pesticidi.

    Categoria Notizia: 

    Latte e aflatossine: verifiche mirate sull’autocontrollo

    11/07/2013

    Dopo i dati parziali del 2013, disposte verifiche mirate sul sistema di autocontrollo degli allevatori e degli operatori del settore mangimi. Tutti i produttori della Regione Emilia Romagna, in funzione del rischio presente, dovranno intensificare la frequenza delle analisi per il controllo dell'Aflatossina M1 nel latte già in essere, prevedendo un controllo almeno mensile ed eventuali analisi mirate per rilevare modifiche dovute a diversi lotti di mais o di mangime introdotte nella dieta.

    Categoria Notizia: 

    Cibi e terra contaminata: i cinesi non si fidano più

    22/05/2013

    Cadmio nel riso, ma a Pechino i dati sull’inquinamento sono top secret.

    Categoria Notizia: 

    Slow Fish, attenti al pesce dopato

    13/05/2013

    ''Da due anni registriamo l'uso del 'cafados', che in Italia e' vietato - spiega Silvio Greco, responsabile scientifico di Slow Fish -. Mescolato al ghiaccio mantiene per oltre una settimana inalterate le caratteristiche del pesce facendolo sembrare fresco\".

    Categoria Notizia: 

    Anabolizzanti: non conformità fino al 15% in quasi tutte le Regioni

    30/04/2013

    Nuovi ed innovativi metodi sono al vaglio del nuovo Centro nazionale di referenza sulle indagini biologiche dei trattamenti anabolizzanti animali (CIBA). E' l'Istituto Zooprofilattico del Piemonte Liguria e Valle d'Aosta, sede del nuovo Centro, a spiegare che i metodi chimici ufficiali adottati nei Piani Nazionali Residui sono in grado di svelare \"soltanto la \"punta dell'iceberg\" di una minaccia mai tramontata\".

    Categoria Notizia: 

    Efsa e fenilbutazone

    24/04/2013

    Una valutazione congiunta dell’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) e dell’Agenzia europea per i medicinali (EMA) ha concluso che la presenza illecita di residui di fenilbutazone nella carne equina desta limitate preoccupazioni per i consumatori per la bassa probabilità sia di esposizione, sia di effetti tossici in generale. Le Agenzie confermano l’impossibilità di determinare livelli di sicurezza per il fenilbutazone in alimenti di origine animale; pertanto l’utilizzo di questa sostanza nella filiera alimentare dovrebbe rimanere vietato.

    Categoria Notizia: 

    Efsa e fenilbutazone in carne di cavallo

    15/04/2013

    Da una valutazione congiunta dell'autorita' europea per la sicurezza alimentare (EFSA) e dell'Agenzia europea dei medicinali (EMA) emerge che non e' possibile impostare livelli di sicurezza per l'antinfiammatorio fenilbutazone nei prodotti alimentari di origine animale. Per questo motivo l'utilizzo nella catena alimentare dovrebbe rimanere vietato. Le agenzie ribadiscono la necessità di migliorare il monitoraggio e la comunicazione dei dati sulla presenza di residui di medicinali veterinari negli animali vivi e nei prodotti alimentari di origine animale.

    Categoria Notizia: 

    Pagine


    Questa pagina ti è stata utile?

    Perché?

    Abbonamento a RSS - Contaminanti del cibo