Igiene alimenti di origine animale

    Report OMS:stop alla vendita di animali selvatici vivi nei mercati alimentari tradizionali

    12/04/2021

    Per ridurre i rischi sanitari associati alla vendita di animali selvatici vivi  come alimento nei mercati alimentari tradizionali, WHO, OIE e UNEP hanno pubblicato una guida sulle azioni che i governi nazionali dovrebbero urgentemente adottare per rendere i mercati alimentari più sicuri, riconoscendo il ruolo centrale che questi mercati hanno nel procurare alimenti  e sostentamento per grandi po

    Coronavirus: quando e come l’infezione si ripercuote dagli animali all’uomo

    18/03/2020

    I virologi lo chiamano «spillover» quando un virus animale «tracima» nell’uomo diventando in tutto e per tutto un virus umano.

    Istituto Superiore Sanità: perché non bisogna temere di mangiare cibo cinese?

    30/01/2020

    L’ISS contro i falsi miti

    Perché non bisogna temere di mangiare cinese?

    L'Istituto Superiore di Sanità (Iss) scende in campo per contrastare timori e notizie false sull'epidemia da coronavirus

     

     

     

    Antiparassitari: aggiornamento LMR

    Regolamento (UE) 2019/1176 della Commissione, del 10 luglio 2019, che modifica gli allegati II, III e V del regolamento (CE) n. 396/2005 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda i livelli massimi di residui di estere metilico dell'acido 2,5-diclorobenzoico, mandipropamide e profoxidim in o su determinati prodotti

    Data di pubblicazione: 
    11/07/2019

    Proroga dell'ordinanza del 17 maggio 2011, e successive modificazioni, recante «Misure urgenti di gestione del rischio per la salute umana connesso al consumo di anguille contaminate provenienti dal lago di Garda».

    Proroga dell'ordinanza del 17 maggio 2011, e successive modificazioni, recante «Misure urgenti di gestione del rischio per la salute umana connesso al consumo di anguille contaminate provenienti dal lago di Garda».

    Data di pubblicazione: 
    14/06/2019

    LMR antiparassitari: aggiornamento

    Regolamento (UE) 2019/1015 della Commissione, del 20 giugno 2019, che modifica gli allegati II e III del regolamento (CE) n. 396/2005 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda i livelli massimi di residui di aminopiralid, captano, ciazofamid, flutianil, kresoxim-metile, lambda-cialotrina, mandipropamide, piraclostrobin, spiromesifen, spirotetrammato, teflubenzurone e tetraconazolo in o su determinati prodotti

    Data di pubblicazione: 
    21/06/2019

    LMR antiparassitari: aggiornamento

    Regolamento (UE) 2019/977 della Commissione, del 13 giugno 2019, che modifica gli allegati II e IV del regolamento (CE) n. 396/2005 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda i livelli massimi di residui di aclonifen, Beauveria bassiana ceppo PPRI 5339, Clonostachys rosea ceppo J1446, fenpirazamina, mefentrifluconazolo e penconazolo in o su determinati prodotti

    Data di pubblicazione: 
    17/06/2019

    LMR antiparassitari: aggiornamento

    Regolamento (UE) 2019/973 della Commissione, del 13 giugno 2019, che modifica gli allegati II e III del regolamento (CE) n. 396/2005 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda i livelli massimi di residui di bispyribac, denatonio benzoato, fenoxicarb, flurocloridone, quizalofop-P-etile, quizalofop-P-tefurile, propaquizafop, tebufenozide in o su determinati prodotti

    Data di pubblicazione: 
    14/06/2019

    Antiparassitari: aggiornamento LMR

    Regolamento (UE) 2019/552 della Commissione, del 4 aprile 2019, che modifica gli allegati II e III del regolamento (CE) n. 396/2005 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda i livelli massimi di residui di azossistrobina, bicyclopyrone, clormequat, ciprodinil, difenoconazolo, fenpropimorf, fenpirossimato, fluopyram, fosetil, isoprotiolano, isopyrazam, oxamil, protioconazolo, spinetoram, triflossistrobina e triflumezopyrim in o su determinati prodotti

    Data di pubblicazione: 
    05/04/2019

    Estensione all'Islanda delle garanzie speciali relative alla Salmonella spp

    Decisione dell'Autorità di vigilanza EFTA n. 1/19/COL, del 16 gennaio 2019, che estende le garanzie speciali relative alla Salmonella spp. stabilite dal regolamento (CE) n. 853/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio alle carni e alle uova di pollame (Gallus gallus) e alle carni di tacchino destinate all'Islanda

    Data di pubblicazione: 
    05/04/2019

    Pagine


    Questa pagina ti è stata utile?

    Perché?

    Abbonamento a RSS - Igiene alimenti di origine animale