Il frigo parlante: le false credenze sul "peso"

Il 4 marzo si è celebrata la Giornata Mondiale dell'Obesità.

Qui di seguito alcune false credenze sul "peso":

  1. Non è vero che l'eccesso di peso derivi da un'ossatura particolarmente pesante o grande. Il peso delle ossa rappresenta una proporzione abbastanza costante del nostro peso: circa 15% nei maschi e 12% nelle femmine.
  2. Non è vero che dimagrire sia inutile perché tanto prima o poi si recupera tutto il peso perso. Per risolvere in maniera permanente il problema è fondamentale cambiare le proprie abitudini alimentari e il proprio stile di vita, anche per evitare negli stessi errori commessi in precedenza. 
  3. Non è vero dire che siccome l'obesità può essere geneticamente predeterminata non possiamo farci nulla. La genetica gioca sicuramente un ruolo, ma quando osserviamo che nella stessa famiglia i componenti sono tutti in eccesso ponderale è probabile che tutti siano esposti alle medesime cattive abitudini alimentari e di stile di vita.
  4. Non è vero che indossare panciere di gomma o tute di plastica aiuti a dimagrire, dato che al massimo si perde acqua, che viene peraltro recuperata in tempi brevissimi. 
  5. Non è vero che se svolgiamo un po' di esercizio fisico possiamo o dobbiamo mangiare di più. Una buona attività fisica, più che per dimagrire, deve servire a conservare e tonificare la massa magra e a normalizzare i parametri ematici (glicemia, colesterolemia, ecc).

 

 

Tratto da "Linee guida per una sana alimentazione" del Crea 

 


Questa pagina ti è stata utile?

Perché?