Dati "Passi" in Emilia-Romagna: alcol, obesità, frutta e verdura

"Passi", acronimo di Progressi delle Aziende Sanitarie per la Salute in Italia, è un sistema di sorveglianza sulle condizioni di salute e sugli stili di vita delle persone. È stato avviato nel 2006 dal Ministero della Salute che ne ha affidato la sperimentazione al Centro nazionale di epidemiologia, sorveglianza e promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità.

L’Emilia-Romagna ha sostenuto fin dall’inizio l’adesione al Sistema Passi, con la partecipazione di tutte le Aziende Usl. Operatori sanitari dei Dipartimenti di sanità pubblica, opportunamente formati, intervistano al telefono un campione di persone tra i 18 e i 69 anni. Il campione è estratto dalle liste anagrafiche delle Aziende Usl, attraverso un campionamento casuale, stratificato per sesso ed età. La rilevazione avviene in maniera continuativa durante tutto l’anno. I dati raccolti sono trasmessi in forma anonima via internet e registrati in un archivio unico nazionale e il trattamento dei dati avviene nel rispetto della normativa sulla tutela della privacy.

Schede tematiche

Indagine 2017-2020

Consumo di alcol 
(dicembre 2021)

Consumo di alcol a rischio Ragazzi (11-15 anni) L’indagine HBSC1 2018 indica che in Emilia-Romagna già molti minorenni hanno un rapporto alterato con l’alcol: il 2% degli undicenni, il 7% dei tredicenni e il 28% dei quindicenni ha riferito di aver bevuto tanto da ubriacarsi almeno una volta nella vita. Tra quest’ultimi circa un terzo (42% dei ragazzi e il 32% delle ragazze) ha riferito un consumo eccessivo in un’unica occasione (binge drinking) e il 2% assume alcolici quotidianamente.

Adulti (18-69 anni) Secondo i dati PASSI in Emilia-Romagna consuma alcol il 70% delle persone con 18-69 anni; il 24% risulta essere un consumatore di alcol potenzialmente a maggior rischio per la salute, pari a oltre 700 mila persone in questa fascia d’età.

Consumo di frutta e verdura 
(dicembre 2021)

Consumo di frutta e verdura Bambini (8-9 anni) Dai dati Okkio1 2019 emerge che in Emilia-Romagna, secondo quanto riferiscono i genitori, solo il 22% dei bambini di 8-9 anni consuma la frutta due o più volte al giorno e il 25% una sola porzione al giorno. Più della metà dei bambini (51%) mangia frutta meno di una volta al giorno nell’intera settimana e il 2% mai. Per quanto riguarda il consumo di verdura il 18% dei bambini la mangia due o più volte al giorno e il 20% una sola porzione al giorno. Il 58% dei bambini consuma verdura meno di una volta al giorno nell’intera settimana e il 4% mai.

Ragazzi (11-15 anni) I dati HBSC2 2018 mostrano come in Emilia-Romagna il consumo di frutta sia molto inferiore a quello consigliato di almeno due o tre porzioni al giorno. Infatti, circa il 18% dei ragazzi (19% negli 15enni, 19% nei 13enni e 16% nei 15enni) aderisce a questa raccomandazione, mentre il 63% non ne consuma quotidianamente. L’abitudine a consumare la frutta ogni giorno è maggiore nelle ragazze rispetto ai ragazzi. Anche il consumo di verdura è molto inferiore a quanto consigliato (almeno due o tre porzioni al giorno): solo il 17% circa dei ragazzi (16% negli 11enni, 19% nei 13enni e 19% nei 15enni) aderisce a tale raccomandazione. Il 65% non ne consuma quotidianamente.

Adulti (18-69 anni) Secondo i dati PASSI in Emilia-Romagna la quasi totalità degli intervistati tra i 18 e i 69 anni (97%) mangia frutta e verdura almeno una volta al giorno e la metà (51%) ne consuma una o due porzioni.

Persone ultra 69enni Dai dati PASSI d’Argento4 2016-2020 appare che in Emilia-Romagna praticamente tutte le persone ultra 69enni (99%) mangiano frutta e verdura almeno una volta al giorno, ma il 32% ne consuma una o due porzioni, il 53% tre o quattro e solo il 14% mangia le cinque raccomandate. La prevalenza regionale di ultra 69enni che consumano le cinque porzioni di frutta e verdura secondo le raccomandazioni (14%) è più elevata di quella nazionale (11%).

Sovrappeso e obesità 
(dicembre 2021)

Bambini (8-9 anni) e ragazzi (11-15 anni) Secondo l’indagine OKkio 2019 in Emilia-Romagna il 26% dei bambini di 8-9 anni è in eccesso ponderale (19% in sovrappeso e 7% con obesità), la prevalenza diminuisce nell’adolescenza: 18% negli 11enni, 15% nei 13enni e 15% nei 15enni (HBSC 2018). Adulti (18-69 anni).

Sulla base dei dati PASSI relativi al periodo 2017-2020, si stima che in Emilia-Romagna l’eccesso ponderale coinvolga una quota rilevante (41%) di adulti 18-69enni: in particolare il 30% è in sovrappeso e l’11% presenta obesità.

Adulti (ultra 69enni) L’eccesso ponderale cresce con l’età: oltre la metà (56%) delle persone ultra 69enni è in eccesso ponderale, il 41% è in sovrappeso e il 15% presenta obesità (PASSI d’Argento 2016- 2020).

 

E anche...

L'attività fisica 
(dicembre 2021)

L'abitudine al fumo 
(dicembre 2021)

Mobilità attiva 2017-2020 
(dicembre 2021)

Mobilità attiva 2020 
(dicembre 2021)

Data di pubblicazione: 
20/12/2021
Categoria Notizia: 



Questa pagina ti è stata utile?

Perché?