Regione Emilia-Romagna: piano regionale di monitoraggio nella fauna selvatica 2019

La fauna selvatica può essere serbatoio o ospite occasionale di diversi agenti patogeni sia per gli animali domestici che per l’uomo. Con lo scopo di attuare un piano di sorveglianza volto alla rapida rilevazione (early detection) dei principali agenti patogeni, con particolare riferimento agli agenti zoonosici, dal 2006 in Emilia-Romagna è stato attivato un piano regionale di monitoraggio sanitario della fauna selvatica.

Il piano di monitoraggio 2019, come negli anni precedenti, comprende diverse malattie infettive e parassitarie con implicazioni di Sanità Pubblica o di elevato impatto economico sulla zootecnia degli animali domestici. Per ciascuna malattia sono state individuate le specie di animali selvatici indicatrici da sottoporre ad esame.

Scopo della presente relazione è fornire i risultati ottenuti dal piano per l’anno solare 2019. Le attività connesse al piano sono contemporanee allo svolgimento della stagione venatoria, ma è opportuno che l’elaborazione e la rendicontazione dei dati sia relativa al periodo 1° gennaio - 31 dicembre.

Per ciascuna malattia sono stati individuati ed esaminati specifici animali selvatici indicatori.

Nel corso del 2019 sono state eseguite presso i laboratori di IZSLER più di 49.000 analisi.

 

DOCUMENTO COMPLETO

 

 

 

Data di pubblicazione: 
08/05/2020
Categoria Notizia: 



Questa pagina ti è stata utile?

Perché?