Linee Guida sull'uso prudente degli antibiotici

 

Con la Nota regionale n. 419182 del 07 giugno 2018 sono state ufficializzate le Linee Guida sull’uso prudente dell’antibiotico nell’allevamento suino, bovino e negli animali da compagnia.

Il risultato raggiunto è stato frutto di un lavoro multidisciplinare che ha coinvolto tecnici di Istituti Zooprofilattici Sperimentali, Aziende Usl regionali, Università di Bologna e Veterinari Liberi Professionisti, con la revisione e l’approvazione da parte del Centro Nazionale di Referenza per l’antibiotico resistenza (CRAB); i tre documenti sono stati presentati anche al Ministero della Salute e al Coordinamento Interregionale, in attesa dell’approvazione da parte della Conferenza Stato-Regioni, con l’ottica di diventare un punto di riferimento a livello nazionale.

Per garantirne una diffusione capillare sono già stati organizzati sul territorio regionale diversi corsi di formazione e di divulgazione dei 3 documenti; il materiale presentato durante questi seminari può essere consultato e scaricato da http://www.alimenti-salute.it/formazione.

Le linee guida sono strumenti dinamici e non vincolanti e verranno periodicamente aggiornate alla luce delle nuove evidenze scientifiche e delle osservazioni proposte dai diversi attori coinvolti; già dall’anno successivo alla pubblicazione di questa prima edizione verranno esaminati e condivisi con i gruppi tecnici che hanno collaborato alla stesura tutti i commenti e le proposte di modifica.

In un prossimo futuro si prevede, in collaborazione con altre Regioni, di realizzare documenti analoghi indirizzati ad altre filiere; si partirà con quella avicola, in collaborazione con la regione Lombardia, per poi affrontare anche il settore ovicaprino e cunicolo.

L’applicazione dei principi di “buon uso” dell’antibiotico, insieme ad una valutazione oggettiva dell’uso del farmaco sul territorio, possibile grazie all’avvento della ricetta elettronica, permetteranno di rafforzare la lotta all’antibioticoresistenza con sempre maggior consapevolezza.

    Linee Guida Uso dell'antibiotico nell'allevamento bovino da latte

    RER  2018 

    Dalla scoperta della penicillina in poi, l’uso copioso e spesso improprio degli antimicrobici ha portato alla comparsa di microrganismi multi-resistenti che, da qualche tempo, sono oggetto di grande attenzione in
    Sanità pubblica perché responsabili di infezioni umane divenute pressoché incurabili. Nella Comunità europea si stimano 25mila morti ogni anno per infezioni causate da batteri resistenti e costi sanitari aggiuntivi
    ingenti.

    Linee Guida Uso degli antibiotici nell'allevamento suino

    RER  2018 

    L'utilizzo degli antimicrobici in allevamento comporta inevitabilmente l'instaurarsi di una pressione selettiva in grado di favorire la selezione e la diffusione di batteri resistenti; tale rischio aumenta a fronte di un uso
    irrazionale, spesso volto a sopperire a carenze gestionali e strutturali.
    In Italia, la filiera suina rappresenta uno dei punti critici per l’insorgenza delle resistenze, questo soprattutto a causa di una gestione dell’antimicrobico non sempre razionale.
    Le principali criticità sono:

    Linee Guida Uso dell'antibiotico negli animali da compagnia

    RER  2018 

    La somministrazione di antimicrobici in animali produttori di alimenti (DPA) contribuisce fortemente alla selezione e diffusione di batteri resistenti, con conseguente rischio per la salute. Tuttavia, enfatizzare


    Questa pagina ti è stata utile?

    Perché?

    Abbonamento a RSS - Linee Guida sull'uso prudente degli antibiotici