Come fermare l'aviaria?

Quello dell'influenza aviaria è un problema comune a molti paesi, europei e non. La presenza e la diffusione del virus può infatti contare sulla sua grande variabilità, un po' come avviene per l'influenza umana.
Alla diffusione ci pensano le specie selvatiche, in particolare quelle migratorie, che possono portare il virus a grandi distanze.
Le conseguenze economiche sono intuibili, ma non sempre ci si sofferma su quelle sociali. Quando l'influenza aviaria si presenta negli allevamenti rurali di paesi dove il cibo scarseggia le conseguenze possono essere devastanti.

Sul fronte della prevenzione un ruolo di primo piano è rivestito dalle misure di biosicurezza, argomento preso in esame dai ricercatori dell'Istituto Zooprofilattico delle Venezie, in collaborazione con l'università del Piemonte orientale e con quella di Torino.
Ai servizi veterinari non si chiederà solo di debellare virus e batteri negli allevamenti, ma anche di entrare in empatia con gli allevatori per convincerli a dare la loro massima collaborazione.
Non più un rapporto fra controllori e controllati, ma fra protagonisti di una stessa missione, sconfiggere l'influenza aviaria.

Data di pubblicazione: 
20/10/2017



Questa pagina ti è stata utile?

Perché?