horeca

    L’impatto della pandemia sull’acquacoltura nazionale

    10/05/2021

    La pandemia e soprattutto i vari blocchi che si sono succeduti a causa della stessa e che ancora non demordono del tutto hanno colpito anche il settore dell’acquacoltura in modo significativo.

    In particolare ad incidere è stata la chiusura del canale HoReCa che, con i ristoranti e la ristorazione collettiva, rappresenta un 25-30% circa degli sbocchi per il comparto ittico d’allevamento e ancora di più per quello della molluschicoltura con grandi quantità di ostriche, vongole veraci e cozze che sono rimaste in acqua invendute.

    Categoria Notizia: 

    Alimenti surgelati, congelati e abbattuti nella ristorazione collettiva

    24/02/2021

    La conservazione degli alimenti con il freddo a temperature intorno ai – 20° C è una tecnica che consente di evitare molti sprechi e garantire al consumatore prodotti sicuri e di ottima qualità. La bassa temperatura è anche in grado di uccidere alcuni p

    Food & Beverage: ripensare l'offerta in tempi di coronavirus

    18/12/2020

    Il 2020 passerà alla storia come l'annus horribilis dei consumi fuoricasa. Ristoranti e pizzerie sono rimasti chiusi per mesi e, dopo i vari lockdown, non tutti hanno riaperto.

    Mipaaf: Fondo Ristorazione

    13/11/2020

    Il Fondo Ristorazione, grazie a una dotazione di 600 milioni di euro, garantisce in modo semplice e immediato un sostegno al mondo dell'ho.re.ca. e alla filiera agroalimentare, contrastando anche lo spreco.
    Il Fondo consente di richiedere contributi a fondo perduto da un minimo di mille fino a un massimo di diecimila euro per l'acquisto di prodotti 100% Made in Italy.
    La misura si rivolge a ristoranti, pizzerie, mense, servizi di catering, agriturismi e alberghi con somministrazione di cibo.

    Categoria Notizia: 


    Questa pagina ti è stata utile?

    Perché?

    Abbonamento a RSS - horeca