Garante della Concorrenza: rischi per il consumatore sul Made in Italy in etichetta

Alcune importanti aziende italiane sono finite nel mirino dell'Antitrust per avere commercializzato prodotti alimentari vantando impropriamente il Made in Italy.
La relazione annuale del Garante della Concorrenza - presentata ieri in Senato- riferisce di procedimenti (favorevolmente già chiusi) aperti nei confronti di aziende alimentari che indicavano in etichetta "elementi grafici suscettibili di ingenerare nei consumatori l’equivoco che il vanto del made in Italy fosse riferibile all’origine della materia prima e non – come nei fatti – al luogo di trasformazione e lavorazione".
 

Data di pubblicazione: 
17/07/2018
Categoria Notizia: 
Parole Chiave: 



Questa pagina ti è stata utile?

Perché?