Il piano dell'Europa per la riduzione delle emissioni

15/07/2021

La Commissione Europea ha appena diffuso un pacchetto di proposte per provare a concretizzare l'ambizioso Green Deal, il piano per fare dell'Europa il primo continente a raggiungere la neutralità carbonica entro il 2050. La fase iniziale prevede una riduzione delle emissioni di gas serra di almeno il 55% entro il 2030 (rispetto ai livelli del 1990), e le nuove misure dovrebbero spiegare come ci riusciremo. L'enfasi con la quale è stata consegnata e ripresa la notizia si addice poco a quella che, per il momento, non è che una lista di buoni propositi su carta, che saranno oggetto di lunghi negoziati e ritocchi probabilmente al ribasso tra i 27 Paesi membri dell'Europa e il Parlamento Europeo. 

Il nuovo piano prevede di rafforzare il mercato delle emissioni esistente, abbassando il tetto massimo di gas serra consentito, aumentando la velocità con cui questo limite viene progressivamente abbassato, ed estendendolo anche a settori non ancora coinvolti, con particolare attenzione a quello dei trasporti. L'idea di base è che le emissioni di CO2 debbano avere un costo che disincentivi il ricorso ai combustibili fossili. Qui di seguito alcuni punti più specifici del pacchetto di proposte (che potete trovare a questo link nella versione originale).

Categoria Notizia: 
Parole chiave: 


Questa pagina ti è stata utile?

Perché?