Monitoraggio EFSA: Uso illecito e mancato rispetto dei livelli massimi di alcuni farmaci veterinari

L’ultimo rapporto dati elaborato dall’EFSA sintetizza gli esiti dei dati di monitoraggio raccolti nel 2015 - comprese le percentuali di osservanza dei limiti di residui stabiliti dall’UE - per una serie di farmaci veterinari, di sostanze non autorizzate e di contaminanti riscontrati in animali e alimenti di origine animale.

In totale, nel 2015, sono stati riferiti dati tratti da 730 000 campioni - in linea con il rapporto dello scorso anno, che si riferiva ai dati del 2014 - da 28 Stati membri dell'UE.

Nel 2015 il livello di non osservanza dei campioni mirati, cioè quelli prelevati per rilevare l'uso illecito o verificare il mancato rispetto dei livelli massimi, è rimasto stabile: allo 0,34% rispetto allo 0,25%-0,37% degli otto anni precedenti.

I tassi di non conformità per i lattoni dell'acido resorcilico (composti attivi a livello ormonale, prodotti da miceti o dall'uomo) e contaminanti come metalli e micotossine (tossine prodotte da funghi) sono stati più elevati di altri gruppi di sostanze, ma leggermente in discesa rispetto a quanto riferito nel rapporto precedente. Le frequenze più elevate di campioni non conformi sono state osservate per agenti antitiroidei.

 

Data di pubblicazione: 
04/12/2017
Categoria Notizia: 



Questa pagina ti è stata utile?

Perché?