Approvato il decreto legge per arrestare la diffusione della PSA

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto legge per arrestare la diffusione sul territorio nazionale della peste suina africana (PSA), una malattia virale, non trasmissibile all'uomo, altamente contagiosa, che colpisce i suini domestici e selvatici per i quali è spesso letale.

Il provvedimento d' urgenza è necessario per raggiungere l'eradicazione della PSA nei cinghiali e per prevenirne il contagio nei suini allevati, dopo che da gennaio del 2022 è stata accertata la presenza della malattia nelle popolazioni di cinghiali nei territori del Piemonte e della Liguria.

Lo scopo del decreto è quello di salvaguardare la sanità animale oltre che tutelare il patrimonio suinicolo nazionale ed europeo e salvaguardare le esportazioni, il sistema produttivo nazionale e la relativa filiera.
Il provvedimento prevede l'attuazione, entro 30 giorni dall'entrata in vigore, dei Piani Regionali di interventi urgenti per la gestione, il controllo e l'eradicazione della PSA, con la ricognizione della consistenza della specie all'interno del territorio di competenza suddiviso per provincia, l'indicazione dei metodi ecologici, le aree di intervento diretto, le modalità, i tempi e gli obiettivi annuali del prelievo, esclusivamente connessi ai fini del contenimento della PSA.
E' stato, inoltre, nominato un Commissario straordinario a cui spettano compiti di coordinamento e monitoraggio delle azioni e delle misure messe in atto per prevenire e contenere la diffusione della malattia virale. Infine, è previsto l'obbligo, per chi rinviene esemplari di cinghiali feriti o deceduti, di segnalarne immediatamente il rinvenimento al servizio veterinario della ASL competente per territorio.

Data di pubblicazione: 
15/02/2022
Categoria Notizia: 
Parole Chiave: 



Questa pagina ti è stata utile?

Perché?