Etichette

    Carrefour Francia propone nuove etichette intelligenti

    09/10/2014

    La catena di supermercati Carrefour in Francia dal prossimo dicembre, inizierà a utizzare una nuova etichetta sui prodotti alimentari col proprio marchio adottando un sistema informativo inedito ma molto interessante. Si tratta di frecce colorate che indicano la frequenza di consumo del prodotto , all’interno di una dieta equilibrata e varia. Ci sono alimenti consigliati da mangiare tre volte al giorno, altri due e altri ancora una sola volta. L’ultima etichetta indica un consumo “occasionale”.

    Categoria Notizia: 

    Via i semafori dalle etichette, infrazione UE contro il Regno Unito

    01/10/2014

    La lettera infine è partita: i Commissari UE hanno dato il via libera alla procedura di infrazione per il sistema di etichettatura adottato dal Regno Unito, il cosiddetto “Hybrid Traffic Light”. L’azione era dovuta. Diversi paesi si erano infatti da tempo opposti al sistema britannico, che rischiava di “discriminare” su basi scientifiche del tutto discutibili e poco solide intere categorie di alimenti tradizionalmente alla base delle diete (inclusa la ben salubre dieta mediterranea).

    Categoria Notizia: 

    Svizzera, alimenti non sani: no a divieto ma etichettatura più chiara

    10/09/2014

    Gli svizzeri sono chiaramente contrari a un divieto o a una sovrattassa per gli alimenti non sani. È quanto emerge da un sondaggio dell'istituto demoscopico gfs.bern pubblicato oggi. La maggioranza degli interrogati (58%) è invece favorevole o piuttosto favorevole a una etichettatura chiara quale norma obbligatoria.

    Categoria Notizia: 

    Etichette alimentari: pronti per la rivoluzione “silenziosa” da dicembre 2014?

    07/08/2014

    Il regolamento 1169/2011 dell’Unione, “Informazione Alimentare ai Consumatori”, entra in vigore in molte sue parti dal 13 dicembre 2014. Sebbene tante cose rimarranno invariate, altre vedranno piccoli ma significativi cambiamenti. E su molti aspetti ancora si fatica a intravedere tutta l’evoluzione normativa.

    Categoria Notizia: 

    Insalate pronte in busta: in arrivo decreto su etichette e temperature

    16/07/2014

    Finalmente sono arrivate le norme per le insalate pronte in busta classificate dagli addetti ai lavori come prodotti di IV gamma. È infatti stato emanato il decreto attuativo della Legge del 13 maggio 2011 numero 77 che stabilisce regole precise alle quali tutti i produttori e distributori devono uniformarsi per garantire la sicurezza degli alimenti tagliati e lavati pronti da consumare crudi o da cuocere. A partire dalla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale che dovrebbe avvenire nei prossimi giorni, le aziende avranno 12 mesi di tempo per adeguarsi.

    Categoria Notizia: 

    Informazione ai consumatori. A quando le sanzioni?

    11/06/2014

    Il 13 dicembre 2014 segna la data di applicazione del reg. UE 1169/11.

    Categoria Notizia: 

    Gran Bretagna: troppo zucchero nei piatti pronti ( 50 grammi a porzione)

    04/06/2014

    n Inghilterra ci sono cibi pronti che contengono 50 grammi di zucchero, l’equivalente di dieci cucchiaini da tè. Si tratta di una quantità doppia rispetto a quanto raccomandato giornalmente nelle nuove linee guida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). Li ha scoperti la rivista britannica dei consumatori Which?, analizzando 17 cibi pronti, in vendita nei maggiori supermercati del Regno Unito. Il pollo con riso in salsa agrodolce (Sweet and Sour Chicken with Rice) di Saynsbury è il peggiore, con 50,7 grammi di zucchero, pari a dieci cucchiaini per porzione.

    Categoria Notizia: 

    Efsa: non vanno esentati allergeni in etichetta

    29/05/2014

    l programma era ambizioso: esentare dall’indicazione in etichetta alcune possibili sostanze allergizzanti, se presenti in concentrazioni molto basse. Ma al momento, e dopo attenta analisi dell’Autorità Europea, sembra che tale possibilità non sia ancora attuabile.

    Categoria Notizia: 

    UE, caramello autorizzato nella birra senza malto

    21/05/2014

    Dopo la birra con ridotto grado saccarometrico (poi “aggiustata” con aggiunta di zuccheri, ed in presenza di scarso contenuto di malto), un altro inganno viene reso possibile dall’Europa: quello della possibilità di aggiungere colorante caramello a “bevande a base di malto” (sostituti economici della birra, per intenderci, che non possono fregiarsi della denominazione di vendita “birra”).

    Categoria Notizia: 

    La proposta di Olanda e Svezia: contro gli sprechi via la scadenza dalle etichette di pasta e caffè

    20/05/2014

    Volete sapere quando scadono pasta, riso o caffè? Potrebbe non essere così importante, almeno secondo una proposta presentata da Olanda e Svezia che punta a rivedere la normativa europea sull'indicazione in etichetta della scadenza dei cibi per combattere perdite e sprechi. La proposta è arrivata oggi sul tavolo del Consiglio dei ministri agricoli Ue a Bruxelles con il sostegno già incassato di Austria, Danimarca, Lussemburgo e, soprattutto, Germania.

    Categoria Notizia: 

    Pagine


    Abbonamento a RSS - Etichette