Contaminanti del cibo

    Codex Alimentarius: dice no ai limiti sulla somatotropina

    01/01/2012

    Il Codex Alimentarius nell'incontro tenuto a Roma dal 2 al 7 luglio, avrebbe rifiutato di stabilire un Limite Massimo di Residuo (LMR) per la somatotropina bovina. La somatotropina ha come funzione primaria l'incremento della produzione di latte nelle mucche.

    Categoria Notizia: 

    Contaminazione di alimenti con ammonio quaternario: linee guida comunitarie

    01/01/2012

    La Direzione generale per l’igiene e la sicurezza degli alimenti e della nutrizione ha pubblicato una nota sulle linee guida comunitarie per i composti di ammonio quaternario negli alimenti e nei mangimi di origine vegetale e animale, prevedendo anche l’implementazione di un Piano di monitoraggio comunitario sull’origine della contaminazione.

    Categoria Notizia: 

    Linee guida sul possibile utilizzo del metodo della soglia di allarme tossicologico per la valutazione del rischio chimico

    01/01/2012

    L’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) ha pubblicato un nuovo parere scientifico sul potenziale uso del metodo della soglia di allarme tossicologico (TTC) nella valutazione dei possibili rischi per la salute umana derivanti da bassi livelli di esposizione a sostanze chimiche, presenti in alimenti e mangimi, per le quali i dati di tossicità sono scarsi o assenti.

    Categoria Notizia: 

    Troppe padelle, forchette cinesi cedono metalli pericolosi.

    01/01/2012

    In Europa non esiste una regolamentazione unica sulla cessione negli alimenti di residui di metalli pesanti come cromo, nichel e manganese presenti negli utensili di cucina. Eppure ogni settimana il Sistema di allerta rapido europeo (RASFF) riporta segnalazioni relative all'eccesso di migrazione di metalli come cromo, nichel e manganese... da articoli in acciaio inossidabile. L'Italia è uno dei pochi Paesi che segue una politica molto rigida su questo aspetto e respinge i lotti incriminati.

    Categoria Notizia: 

    Diossine e PCB: prorogato il divieto di vendita e consumo delle anguille nel lago di Garda

    01/01/2012

    Il Ministro della Salute ha deciso una proroga di un anno dell’ordinanza che vieta la vendita delle anguille contaminate provenienti dal lago di Garda. L’ordinanza del 18 maggio 2012 è stata pubblicata sulla Gazzetta ufficiale del 12 giugno 2012.

    Categoria Notizia: 

    Emilia Romagna: micotossine sotto controllo, il finto problema delle importazioni

    01/01/2012

    “In Emilia Romagna il problema delle micotossine nei cereali, nelle farine, nel latte e negli altri alimenti importati come la frutta secca è sotto controllo”. E’ quanto emerge dalla relazione presentata a metà giugno 2012 da Giorgio Fedrizzi responsabile del reparto chimico degli alimenti di Bologna dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell’Emilia Romagna.

    Categoria Notizia: 

    Formaldeide nei cavoli cinesi

    01/01/2012

    Le autorità locali cinesi avrebbero individuato una falla clamorosa nel sistema produttivo: soluzioni acquose a base di formaldeide verrebbero utilizzate per conservare e rinfrescare i cavoli, un prodotto di largo consumo in Cina e ingrediente basilare di diversi piatti come i ravioli al vapore.

    Categoria Notizia: 

    In Cina problemi per i cavoli alla formaldeide

    01/01/2012

    Nuovo allarme alimentare in Cina dove le autorità hanno riscontrato la presenza di verdure contaminate da formaldeide. Tutto è nato da voci via Internet, poi verificate e riportate da organi di stampa come \"The China Post\". La formaldeide sarebbe presente sui cavoli cinesi coltivati nello Shangdong, una zona considerata motore della produzione agricola del Paese.

    Categoria Notizia: 

    Uova alla diossina: nessuna allerta in Italia

    01/01/2012

    In relazione alle notizie di stampa relative alla presenza di diossina in uova prodotte in aziende agricole tedesche, il Ministero della salute tranquillizza i consumatori: non vi sono uova tedesche sul mercato italiano.

    Categoria Notizia: 

    Alluminio in prodotti per l'infanzia

    01/01/2012

    L'Istituto per la valutazione del rischio tedesco (Bfr) ha valutato il potenziale rischio per la salute connesso all'ingestione di alluminio contenuto in alimenti per l'infanzia. La valutazione dell'Efsa considera accettabile una dose massima giornaliera di 1 mg per chilo di peso.

    Categoria Notizia: 

    Pagine


    Questa pagina ti è stata utile?

    Perché?

    Abbonamento a RSS - Contaminanti del cibo