Regione Emilia-Romagna

    "Prodotto di montagna": le aziende che lo commercializzano sono arrivate a quota 100

    26/05/2020

    Le Aziende emiliano romagnole autorizzate a commercializzare “Prodotto di montagna” sono attualmente 100, localizzate soprattutto sul territorio appenninico di 4 province: Parma, Reggio Emilia, Modena e Bologna.

    Categoria Notizia: 

    Export: Regione Emilia-Romagna, nuovi strumenti a disposizione del controllo ufficiale

    22/05/2020

    L’esportazione dei prodotti alimentari rappresenta per la Regione Emilia Romagna un’attività particolarmente significativa, in termini di valore economico, quantità di prodotto e numero di aziende coinvolte. 

    L'export in Emilia Romagna non significa solo prodotti di origine animale, ma anche tante eccellenze del mondo vegetale, come l’aceto balsamico, la pasta, la frutta, il pomodoro e dei prodotti alimentare in genere. 

    Categoria Notizia: 

    Regione Emilia-Romagna: indicazioni operative per gli esercizi di somministrazione alimenti e bevande, attività di asporto e consumo sul posto

    18/05/2020

    Riprende l'attività dei servizi di ristorazione (tra cui ristoranti, trattorie, pizzerie, self-service, bar, pub, pasticcerie, gelaterie, rosticcerie, attività di catering) in grado di garantire il rispetto delle misure di sicurezza previste dalle norme nazionali e dal protocollo regionale, in particolare la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.

    clienti devono indossare la mascherina quando non consumano o non sono seduti al tavolo.

    Categoria Notizia: 

    Covid-19. Regione Emilia-Romagna: indicazioni tecniche per le attività che producono, somministrano e commercializzano alimenti

    14/05/2020

    Nel protocollo redatto dall'Assessore Mobilità e Trasporti, Infrastrutture, Turismo e Commercio dal titolo "Protocollo di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 in relazione allo svolgimento in sicurezza degli stabilimenti balnearie delle spiagge in Emilia-Romagna" sono allegati due documenti:

    Categoria Notizia: 

    Ristoranti, bar, pizzerie e altri esercizi di alimenti e bevande: pronte le linee guida

    13/05/2020

    No all’assembramento dei clienti all’ingresso dei locali, promuovendo l’utilizzo di sistemi di prenotazione telefonica e digitale.

    Installazione di dispenser con gel igienizzanti per la pulizia delle mani e di apposita cartellonistica sulle regole di comportamento da seguire, anche in lingua inglese.

    Categoria Notizia: 

    Regione Emilia-Romagna: piano regionale di monitoraggio nella fauna selvatica 2019

    08/05/2020

    La fauna selvatica può essere serbatoio o ospite occasionale di diversi agenti patogeni sia per gli animali domestici che per l’uomo. Con lo scopo di attuare un piano di sorveglianza volto alla rapida rilevazione (early detection) dei principali agenti patogeni, con particolare riferimento agli agenti zoonosici, dal 2006 in Emilia-Romagna è stato attivato un piano regionale di monitoraggio sanitario della fauna selvatica.

    Categoria Notizia: 

    Nuova ordinanza della Regione Emilia-Romagna in tema di misure per la gestione dell'emergenza sanitaria legata alla diffusione della sindrome da COVID-19

    01/05/2020

    ORDINANZA AI SENSI DELL'ARTICOLO 32 DELLA LEGGE 23 DICEMBRE 1978, N. 833 IN TEMA DI MISURE PER LA GESTIONE DELL'EMERGENZA SANITARIA LEGATA ALLA DIFFUSIONE DELLA SINDROME DA COVID-19

    Categoria Notizia: 

    Influenza aviaria a bassa patogenicità: attività di monitoraggio straordinario nei tacchini da carne

    24/04/2020

    In considerazione dei recenti focolai di influenza aviaria a bassa patogenicità (LPAI) di sottotipo H7N1 riscontrati in data 18 aprile u.s. in due allevamenti di tacchini da carne accasati a sessi misti e siti in Provincia di Treviso, sentito l’IZS delle Venezie sede del Centro di Referenza Nazionale per l’Influenza aviaria, ritenuto necessario porre in essere misure straordinarie di sorveglianza, si dispone quanto segue.

    Categoria Notizia: 

    Sì allo spostamento degli apicoltori per il recupero degli sciami

    15/04/2020

    A seguito dell’emergenza COVID 19, la valenza zootecnica di interesse per l'economia agricola del settore apistico è stata confermata sia nel DPCM del 11 marzo (che prevede all'articolo 1 comma 4: "rimangono garantite le attività nel settore zootecnico di trasformazione"), che nel DPCM del 22 marzo (che all'articolo 1, dispone che vengano mantenute le attività di cui all'allegato 1, tra cui quelle ricomprese nel codice ATECO 01 che ricomprende al sottocodice ATECO 01.49.30 l'attività di apicoltura e produzione di miele e cera d'api).

    Categoria Notizia: 

    Pagine


    Questa pagina ti è stata utile?

    Perché?

    Abbonamento a RSS - Regione Emilia-Romagna